Come disdire contratto con Booking

Volete disdire il contratto che avete stipulato con Booking?

Molti ritengono che non ci sia alternativa!

Noi vi dimostriamo, in maniera pratica, che non è così.

 

alternative a booking

C’ERA UNA VOLTA…

Gli operatori di settore e le agenzie di viaggio riempivano le strutture (e gli aeroplani) di turisti. I proprietari ed i manager degli alberghi (e non) amavano questo modello di business, perchè nonostante dovessero promettere sconti e/o agevolazioni il risultato finale era praticamente certo. Con l’avvento di Internet, l’aumento (a volte smisurato) di opzioni e la competizione serrata, i Tour Operator si sono però trovati in grossa difficoltà a garantire un certo afflusso. Risultato: coloro che non hanno saputo anticipare il cambiamento si sono trovati a fare i conti con una bassa affluenza, se non peggio.

BOOKING.COM È UN BUON AMICO?

E’ arrivato Booking.com e tutti gli operatori di settore hanno smesso di pensare. Basta iscriversi ed ecco che piovono le richieste di prenotazione. Sì… Vero! Ma quanto costa Booking? Molto, troppo. Magari in situazioni di emergenza può valerne la pena, ma tenerlo attivo 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, assolutamente no. Purtroppo ci sono ancora persone che ritengono insostituibili siti come Booking. A tutti coloro che la pensano così, evidentemente, piace (o gli fa molto comodo) stare fermi ad aspettare passivamente che un estraneo gestisca la loro attività commerciale. Bello! Certo che si può fare! Il punto è: esiste un alternativa che, a fronte di un po’ di impegno, da le stesse soddisfazioni facendovi guadagnare di più. Vi fa schifo l’idea di tenervi in tasca la percentuale che oggi dovete dare a Booking?

GLI STRUMENTI PER RIMPIAZZARE BOOKING

Per smettere di pagare Booking occorrono strumenti diversi che possano sostituirlo più o meno velocemente. Per ordine di importanza, gli strumenti da usare sono questi: un sito Web fatto bene anche solo di una pagina, le Mappe di Google con le sue recensioni, una Pagina Aziendale (non privata!) su Facebook, una Pagina su Instagram ed infine un po’ di tempo per imparare a gestire il tutto.
Il sito Web è indispensabile per essere presenti nei motori di ricerca. Se non siete presenti nei motori di ricerca di fatto non esistete. Sembra assurdo, ma purtroppo ormai le persone a volte si fidano di Google quasi di più che di un amico. La maggior parte di voi un sito web ce l’ha già,
ma anche nel caso fosse necessario una rinfrescata non è certo un dramma.
Le Mappe di Google (note anche con nomi tipo Google Local Places o Google My Business) servono a farsi trovare dalla persona che sta cercando una struttura, sia essa un hotel, un b&b o magari un semplice ristorante. Le Mappe di Google sono in grado di registrare recensioni e foto, esattamente come Booking. Quanto costa questo sistema così complesso? Nulla… E’ gratis!
La pagina Facebook aziendale serve per far sapere che esistete. Vi sembra poco? Questo strumento serve per farvi scoprire da coloro che non vi stanno cercando in quel preciso momento. Potete decidere di aumentare la vostra visibilità con un investimento economico sulla pagina e/o sulle notizie che andrete a pubblicare. Anche qui gli utenti possono lasciare una recensione. Tutto questo… A gratis!
La pagina su Instagram è indirizzata ad un pubblico più giovane rispetto a Facebook. Queste persone amano scoprire i luoghi che vi circondano. Instagram è incentrato principalmente sulla fotografia e anche in questo caso potete investirci economicamente per aumentare il pubblico potenziale che volete raggiungere. Qui le recensioni non ci sono, ma ogni foto che vi riguarda sarà una recensione automatica. A gratis!

MA COME FA AD ESSERE TUTTO GRATIS?

Saremmo dei pazzi ad affermare che tutto questo non ha un costo, perchè in realtà il prezzo è… il vostro tempo! L’attività è la vostra? La dovete gestire voi come manager? Allora dovete decidere se il tempo che ci dedicate vale quella percentuale che state dando a Booking. Ma come fanno Google o Facebook a guadagnarci? I dati che loro raccolgono (in forma aggregata) vengono elaborati, utilizzati e a volte rivenduti. Alcuni di voi possono storcere un po’ il naso e decidere di lasciar perdere, ma tanti hanno già abbandonato Booking come unico mezzo di prenotazione, regalandosi grosse soddisfazioni per se stessi e per i clienti finali.
Volete un esempio concreto? Potete contattarci CLICCANDO QUI e vi forniremo tutti i dettagli.

CONCLUSIONI

L’unica garanzia per il successo commerciale della vostra struttura siete voi. Il tempo che risparmiate stando ad aspettare che Booking faccia il proprio lavoro vi costa molto caro, lo sapete benissimo. Tutti i manager ed i proprietari di strutture turistiche hanno bisogno di una strategia di marketing digitale (tramite il web) pianificata a tavolino. Se avete domande ulteriori, basta contattarci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

professional digital agency
Main Partners
Special links